Arte, Architettura, Araldica, Artistica Opera Monumentale, Sculture, Sansovino, Basso

Arte, Architettura, Araldica, Artistica Opera Monumentale, Sculture, Sansovino, Basso

Valore stimato — €279.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

DETAIL DE L'ANGLE DU MAUSILEE

 DE 

HIERONIMO BASSO

 



Interessante antica edizione,

stampa raffigurante una prospettiva del monumento funebre dedicato al noto nobile cardinale Girolamo Basso Della Rovere,

con al centro visibile una allegoria del Tempo, ossia una giovane donna con in mano una clessidra;

e in alto altra figura femminile a seno nudo, opera statuaria posta alla sommità del mausoleo;

mentre in basso, al centro del piedistallo visibili le insegne di tipo araldico o cardinalizio;

 

stampa di belle grandi dimensioni, misura circa cm.60x43 (l'intero foglio, compresi i larghi margini bianchi); incisione a cura dell'artista Coune (? nome poco leggibile impresso in basso a destra), ispirata all'opera monumentale di Andrea SANSOVINO, il cui nome è impresso in basso a sinistra; stampa edita in origine probabilmente quale tavola illustrativa di una opera o album storico locale o architettonico della metà o seconda metà dell'800.


DI INTERESSE ARTISTICO, ARCHITETTONICO, STORICO LOCALE, ARALDICO, COLLEZIONISTICO, DECORATIVO

Modesta conservazione generale, segni e difetti d'uso e d'epoca, diffuse fioriture e sgualciture e strappetti o erosioni e difetti vari marginali o così come visibili nelle immagini allegate; unico foglio stampato al recto, verso bianco; difetti parzialmente mascherabili con la incorniciatura del foglio, e pertanto


 stampa meritevole anche di essere inserita sotto passpartout ed incorniciata.

 

(le immagini allegate raffigurano alcuni particolari dell'intero foglio, eventuali ulteriori informazioni a richiesta)


####


dal web: wikipedia:

 Girolamo Basso Della Rovere (Albissola Marina, 1434  Fabrica di Roma, 1º settembre 1507) è stato un cardinaleitaliano.


Era figlio di Giovanni Basso (conte di Bistagno e Monastero[1]) e Luchina Della Rovere, sorella di papa Sisto IV.

Nel 1472 fu nominato vescovo di Albenga e mantenne la carica fino al 1476, quando fu nominato vescovo di Macerata e Recanati e mantenne quest'ultima carica per ventisette anni fino alla morte. Papa Sisto IV lo elevò al rango dicardinale nel concistoro del 10 dicembre 1477.

Nella diocesi di Recanati ricadeva all'epoca Santa Maria di Loreto che proprio nell'anno della morte di Girolamo - il 25 ottobre - verrà elevata da papa Giulio II Della Rovere (1443 / 1513 eletto nel 1503) al rango di santuario (bolla In sublimia) realizzando così ciò che non era riuscito allo zio Sisto IV ovvero porre sotto la diretta giurisdizione papale la basilica lauretana. Il 23 settembre 1482 divenne anche amministratore apostolico della diocesi di Gubbio fino al 9 gennaio 1492, quando diede le dimissioni.

Morì il 1º settembre 1507 a Fabrica di Roma, il suo corpo fu trasportato a Roma e venne sepolto nella basilica di Santa Maria del Popolo, dove il papa Giulio II, suo parente, commissionò ad Andrea Sansovino la realizzazione dello splendido monumento funebre.

Arte, Architettura, Araldica, Artistica Opera Monumentale, Sculture, Sansovino, Basso
Arte, Architettura, Araldica, Artistica Opera Monumentale, Sculture, Sansovino, Basso
Arte, Architettura, Araldica, Artistica Opera Monumentale, Sculture, Sansovino, Basso
Arte, Architettura, Araldica, Artistica Opera Monumentale, Sculture, Sansovino, Basso