Arte, Araldica, Caracciolo, Aversa, Puglia, Monumento, '700

Arte, Araldica, Caracciolo, Aversa, Puglia, Monumento, '700

Valore stimato — €349.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

 DISEGNO DEL DEPOSITO FATTO ERIGGERE NELLA CATTEDRALE D'AVERSA DALL'ILL.MO, E R.MO MONS. MARTINO INNICO CARACCIOLO ALLA CH. MEM. DEL SIG. CARD. INNICO CARACCIOLO SUO PROZIO VESCOVO DELLA MED.MA CHIESA, COMPLETO DI ALABASTRI, VERDI ANTICHI, PORFIDI, ED ALTRI SCELTI MARMI, E METALLI DORATI COL RITRATTO IN MUSAICO.

 

 

Rara antica e pregevole incisione originale, raffigurante l'imponente monumento scultoreo in onore del nobile Innico Caracciolo, operante nel napoletano ma di origini pugliesi (di Martinafranca), opera maestosa ideata dal noto architetto FILIPPO BARIGIONI.

 













 

Importante incisione originale all'acquaforte, eseguita dall'artista incisore romano ROCCO POZZI, databile alla metà del '700.

 











 

 

Misura cm. 54x34,5 (intero foglio, a margini rifilati)

 

 

 

DI INTERESSE STORICO ARTISTICO, ARALDICO, STORICO LOCALE, ARCHITETTONICO, E COLLEZIONISTICO

 

 

Modesta conservazione generale, difetti d'uso e d'epoca, piegature, sgualciture, ampie gore, abrasioni o strappi sommariamente rinforzati, rotture alle piegature e agli angoli con anche piccole mancanze, difetti vari non ben definibili, opera senz'altro degna di restauro, ma anche così molto fascinosa e almeno degna di essere montata sotto passpartout ed incornciata (a richiesta eventuali altre informazion; in galleria un particolare dell'intera incisione, con in evidenza lo stemma araldico vescovile)

 

######

 

Filippo Barigioni (Roma1672 – 1753) è stato un architetto italiano.

Allievo di Carlo Fontana, Barigioni lavorò insieme al maestro e ad Alessandro Specchi alla cappella Albani a San Sebastiano fuori le Mura. Nel 1711 restaurò una fontana di Giacomo della Porta per collocarvi l'obelisco oggi nei pressi del Roma.

Nel 1734 curò l'allestimento della statua di Marforio a Palazzo Nuovo, in Piazza del Campidoglio. Nel 1740 Barigioni eseguì il riallestimento barocco della Chiesa di San Marco, considerato da Paolo Portoghesi "tra i più felici restauri basilicali" della Roma del XVIII secolo, rinforzando i sostegni dell'antica navata con pilastri che non inglobavano le antiche, preziose colonne, ma che si accostavano ad esse, dando l'impressione di essere quasi appoggiati. Molto bella è anche la decorazione in stucco che incornicia gli affreschi della scuola di Pietro da Cortona. Sempre nel 1740 ricostruì la chiesa di San Francesco a Urbino, dopo che, alcuni anni prima, aveva restaurato San Domenico. Unanimemente apprezzata è anche un'altra sua opera minore, la facciatina della chiesa di San Gregorio della Divina Pietà al Ponte Quattro Capi (1729), mentre decisamente più solenne è il progetto per il monumento a Maria Clementina Sobieski nella Basilica di San Pietro in Vaticano, eseguito in collaborazione con Pietro Bracci (1739-1742) e caratterizzato da un elegante drappo in diaspro. Fuori Roma Filippo Barigioni costruì le cattedrali di Jesi e Ronciglione, il palazzo comunale di Vetralla, un acquedotto e una fontana a Ronciglione, il monumento Caracciolo nel Duomo di Aversa (con Paolo Posi) e l'altare della Beata Michelina in S. Francesco a PesaroBibliografia: P. Portoghesi, Roma barocca, Bari 1998, pp. 438 e 556-557;  B. M. Santese, Palazzo Testa Piccolomini ala Dataria: Filippo Barigioni architetto romano, Roma 1983;  Filippo Barigioni, in In Urbe architectus, a cura di B. Contardi, G. Curcio, Roma 1991, ad indicem (dal web)

Arte, Araldica, Caracciolo, Aversa, Puglia, Monumento, '700