Arte, Incisioni, Antica Xilografia, Artista Abruzzese Pandolfi, Cozzani, Allegoria

Arte, Incisioni, Antica Xilografia, Artista Abruzzese Pandolfi, Cozzani, Allegoria

Valore stimato — €108.5

Per informazioni su questo oggetto contattami.

(PANDOLFI)

 

Interessante edizione antica e d'epoca,

bella stampa xilografica, raffigurante un soggetto informale o allegorico,

immagine ideata dall'artista abruzzese Pandolfi, per una tavola illustrativa di una opera del Cozzani; 

 

misura circa cm. 18x12 (l'intero foglio, compresi i margini bianchi diseguali); incisione xilografica su carta, edita in origine quale tavola illustrativa di una opera del primo '900.

 

 

DI INTERESSE ARTISTICO, ALLEGORICO, STORICO LOCALE, COLLEZIONISTICO 

 

Buona conservazione generale, usuali segni e difetti d'uso e d'epoca, usuali difetti vari marginali o così come visibili nelle immagini allegate;


stampa meritevole anche di essere inserita sotto passpartout ed incorniciata.


(le immagini allegate raffigurano alcuni particolari dell'intero foglio, eventuali ulteriori informazioni a richiesta)


########

 (dal web)

Pandolfi Alessandro

(...) La prima maniera, con le macchie di colore esaltate da grossi tratti di contorno nero, dimostra un rapporto autonomo dalla pittura da cavalletto e dall'incisione e poi successivamente in un progressivo esercizio di virtuosismo mimetico, che rende la materia di una purezza squillante e trasparente, quasi gareggiando con la stessa pittura (...) Paolo Rusconi, 1999

Alessandro Pandolfi nasce a Castellamare Adriatico (Pe) nel 1887, studia a Pallanza, per poi frequentare laccademia di Belle Arti prima a Bologna poi a Torino. Si dedica all'insegnamento per il quale si trasferisce a Varese dove crea un sodalizio umano e artistico con i pittori Bertini, Gariboldi, Talamoni, Montanari De Bernardi.  Dopo le prime esperienze nel campo della pittura si dedica poi alla xilografia, tecnica che coltiva per tutta la vita, con eccellenti risultati e soluzioni tecniche particolarissime, di cui dà prova fin dal 1911 collaborando con la rivista L'Eroica di Ettore Cozzani. Ben presto si dedica anche alla ceramica policroma anche in questo caso con risultati altissimi riconosciuti immediatamente ben oltre i confini lombardi, da Gabriele D'Annunzio in testa. Numerose sono le sue presenze in collettive a partire dalla Mostra Autunnale Varesina del 1920. E diverse sono le sue personali; in molti casi alla Galleria Prevosti di Varese, nel 1928 alla Galleria Scopinich di Milano, nel 1932 alla Galleria Pesaro, a Torino nel 1936 alla Galleria d'arte Martina, a Casa Minoli di Gallarate nel 1939. Nel 1952 espone a Villa Mirabello di Varese e dopo la morte, avvenuta in una clinica di Pavia nel 1953, si tiene una mostra celebrativa a Gallarate nel 1956; altri omaggi espositivi sono stati nel 1979 e nel 1985 alla Galleria Internazionale di Varese e al Teatro Fratello Sole di Busto Arsizio nel 1999 per il centenario del convento dei Frati Minori.

P. Rusconi (a cura di), Alessandro Pandolfi, pittore, xilografo, ceramista, catalogo della mostra, Teatro Fratello Sole, Busto Arsizio, 1999 (dal web)


Il 27-giu-17 alle 23:09:57 CEST, il venditore ha aggiunto le seguenti informazioni sull'oggetto:

Arte, Incisioni, Antica Xilografia, Artista Abruzzese Pandolfi, Cozzani, Allegoria