D'annunzio, La Figlia Di Iorio, Abruzzo, Edizione D'epoca

D'annunzio, La Figlia Di Iorio, Abruzzo, Edizione D'epoca

Valore stimato — €139.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

GABRIELE D'ANNUNZIO

 

 

 

LA FIGLIA DI IORIO

 

 

 

Roma, L'Oleandro, 1933

 

Cm.20,5; pp.177; bross. edit. (sciupata)

 

 

Interessante edizione antica e d'epoca,

relativa ad una delle opere più celebri del noto autore abruzzese, che ivi celebra la rivisitazione dell'Abruzzo, in maniera tuttavia non naturalistica:

qui un mondo selvaggio, deliberatamente collocato fuori del tempo e dello spazio mediante la trasfigurazione degli originali luoghi d'ispirazione (Taranta Peligna e il suo circondario) viene assunto come l'esemplare bacino dei grandi conflitti mitico-archetipali: padre-figlio, pastore-contadino, coscienza- legge, infrazione- rito, "diverso"- tribù, (si noti che la protagonista addensa più tratti dell'emarginazione: è forestiera, è di liberi costumi, pratica la stregoneria);

 

la menzione di qualche canzone popolare, per la quale potè giovarsi della collaborazione dell'antropologo e studioso di folklore abruzzese Antonio De Nino, non contraddice l'arcaica letterarietà perseguita sul modello di antiche laudi religiose.

 

Opera dedicata a stampa:

 

Alla terra d'Abruzzi

alla mia madre alle mie sorelle

al mio fratello esule al mio padre sepolto

a tutti i miei morti a tutta la mia gente

fra la montagna e il mare

questo canto

dell'antico sangue

consacro

 

 

OPERA DI INTERESSE CULTURALE, LETTERARIO, STORICO-LOCALE, FOLKLORICO, BIBLIOGRAFICO

 

Buona conservazione generale, segni e difetti d'uso e d'epoca, diffuse fioriture, piegature sgualciture strappetti e difetti vari alle copertine e al dorso della brossura, interno ben conservato e su buona carta, legatura un pò allentata opera  eventualmente meritevole di rilegatura.

D'annunzio, La Figlia Di Iorio, Abruzzo, Edizione D'epoca