Irpinia, Sannio Irpino E Pentrico, Molise, Campobasso, Lecce, Notariato, Avvocati, 1839

Irpinia, Sannio Irpino E Pentrico, Molise, Campobasso, Lecce, Notariato, Avvocati, 1839

Valore stimato — €209.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

BENEDETTO CANTALUPO

 

 

 

 

 

SULLA

 

GIUSTIZIA CIVILE

 

NEL SANNIO IRPINO E PENTRICO

 

BREVI OSSERVAZIONI FATTE NELLA QUALITA' DI PROCURATORE DEL RE

DA

 

BENEDETTO CANTALUPO

....

 

 

 

 

  

 

Avellino, Tip. Sandulli e Guerriero, 1839

 

Cm. 20,5; pp.52; senza legatura.

 

 

 

 

Interessante edizione antica e d'epoca,

 

pubblicazione a cura del Cantalupo, all'epoca anche professore di Diritto Pubblico e socio di varie Accademie,

con all'interno riuniti due discorsi, dei quali

 

il primo con esposti gli elementi dei tre principali doveri dell'ordine dei legali;

 

nel secondo, i peculiari doveri di ognuna delle classi che lo costituiscono,

discorso che fu oggetto di una relazione inerente la giustizia civile nel contado del Molise nel 1836, con evidenziati i mali osservati circa gli abusi introdotti nella giustizia civile,

con riferimenti a

"notari, conciliatori, consigli di famiglia, registri dello stato civile, giudici di circondario, uscieri, patrocinatori....e nota in che alcuni peccarono e furono da riprendere, in che altri compierono il loro dovere, e son degni di lode...tra questi i patrocinatori";

 

dedica a stampa ai propri figli Francesco, Tito, Giacinto, Celestino Cantalupo;

 

impossibile poter dare una esauriente sintesi dello specialistico e ampio contenuto, ricco anche di note a piè di pagina,

con riferimenti o citazioni ad eventi o località o personaggi, tra cui:

 

Lecce, intendenza di terra d'Otranto, sindaco di Avetrana, cav. Lotti;

 

Intendenza del Molise, Campobasso (ringraziamento per gli aiuti ai calabresi);

Campobasso e l'incendio alla casa Di Nonno nell'abitato detto Ferrari, sindaco Giacomo de Marco;

Campobasso e la Confraternica del Carmine; 

 

questione sulla celerità della giustizia civile nel Principato Ulteriore nel 1838 (con dati statistici), e sulla fermezza nella amministrazione di essa;

 

DELLA GIUSTIZIA CIVILE IN CONTADO DI MOLISE NEL 1836:

con riferimenti alla "classe dei Notai" e a quella "non meno importante dei Conciliatori";

e riferimenti ai "Consigli di famiglia" e alla tutela degli incapaci;

con anche dati economico-statistici-giuridici, sulle contravvenzioni e rettificazioni,

la vigilanza gerarchica, le ricusazioni, le querele dei litiganti contro i Giudici,

l'importanza della imparzialità dei giudici di circondario, mutui e usura,...

 

 

 

 

DI INTERESSE SPECIALISTICO, GIURIDICO, STORICO-LOCALE,  BIBLIOGRAFICO

 

rara edizione,attualmente tre soli  esemplari noti nel sistema bibliotecario nazionale;

 

 

  Buona conservazione generale, segni e difetti d'uso e d'epoca, sparse fioriture e difetti vari marginali, volume senza legatura o copertine, dorso rotto, e pertanto meritevole di rilegatura.

 

(l'immagine allegata raffigura un particolare dell'intero frontespizio, ad uso copertina anteriore, eventuali ulteriori informazioni a richiesta)

 

Irpinia, Sannio Irpino E Pentrico, Molise, Campobasso, Lecce, Notariato, Avvocati, 1839