Letteratura, Filologia, Dantesca, Alighieri, Inferno, Colobrano, Serassi, Morando, 1791

Valore stimato —349.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

(F.B.L.M.C.)


LA DIVINA COMMEDIA

DI

DANTE ALIGHIERI

NOVAMENTE CORRETTA SPIEGATA DIFESA

DA

F.B.L.M.C.

CANTICA I


Roma, Fulgoni, 1791

Cm.26, pp.28+502, legatura antica cartonata con dorso in pelle (molto sciupata)

Interessante antica edizione,

grosso volume, l'unico primo volume disponibile della Commedia dantesca usualmente edita in tre volumi,

e pertanto volume con trattazione inerente l'Inferno;

opera dedicata a stampa da Liborio Angelucci a mons. Diomede Casimiro Caraffa (o Carafa ?), de' Principi di Colobrano;

segue una presentazione dell'anonimo curatore,

e quindi la biografia di Dante scritta dall'abate Pierantonio Serassi;

segue ancora uno scritto, ossia un Elogio sullo "stile di Dante" a cura di Filippo Rosa Morando, e quindi un parere dello stesso Morando sui motivi per cui Dante decise di dare il titolo di "commedia" alla sua opera;

a seguire, l'INFERNO, nei suoi numerosi canti;

edizione impreziosita da una bella tavola illustrativa fuori testo (incisione all'acquaforte) che mostra una rappresentazione figurata dell'inferno dantesco, tavola che sembra essere stata rilegata al rovescio, e su cui si notano i vari gironi, con all'esterno ossia all'estremità superiore (?) la città di Gerusalemme e il Monte Sion,

mentre all'opposto i Traditori e Lucifero;

incisione che potrebbe ascriversi all'artista incisore BOSSI, lo stesso che ideo anche la bella figura (incisione all'acquaforte) che orna il frontespizio, con due immagini di Dante, una di profilo e un'altra in una allegoria.


DI INTERESSE LETTERARIO, FILOLOGICO, ARTISTICO, STORICO LOCALE, BIBLIOGRAFICO 

Modesta conservazione generale, segni e difetti d'uso e d'epoca, diffuse fioriture e bruniture e sgualciture e difetti vari marginali o così come visibili nelle immagini allegate; sciupata la legatura, con dorso rotto e con mancanze e piatti staccati, pertanto legatura meritevole di restauro; complessivamente volume di pregio bibliografico, gustoso nel suo evidente vissuto, utile per completazione (eventualmente anche decorativo come soprammobile).

(le immagini allegate raffigurano alcuni particolari dell'intero volume, eventuali ulteriori informazioni a richiesta)

Sono vietate riproduzioni non autorizzate.