Parche, Moire, Divinita, Cloto, Atropo, Achesi, Mitologia

Valore stimato —83.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

PREGEVOLE ANTICHISSIMA RAFFIGURAZIONE DELLE TRE DIVINITA'

PARCHE (MOIRE)

Bella incisione originale all'acquaforte, apparsa probabilmente in una pubblicazione di fine '700;

misura cm. 14 x 8,5 (immagine), su foglio cm. 20.5 x 12; buona conservazione generale, con l'incisione ben impressa e di grande raffinatezza, ancora su foglio originario; degna magari di essere montata sotto passpartout ed incorniciata.


MOIRE (o PARCHE)

Le Moire sono figure della mitologia greca, erano figlie di Zeus e di Temi. Erano la rappresentazione del destino umano. Esiodo le menzione come tre filatrici, le Klothes. La vita degli uomini era basata sulla metafora del "filo" della vita e fu sempre Esiodo a dare ad ognuna un nome ed un compito diverso: Cloto filava lo stame della vita; Lachesi distribuiva a ciascuno la parte di filo che gli spettava in sorte; Atropo lo tagliava all'ora stabilita.
Pindaro, in epoca più tarda, le indicò come le ancelle di Temi, al suo matrimonio con Zeus. Esse agivano spesso contro la volontà di Zeus. Ma tutti gli dei erano tenuti all'obbedienza nei loro confronti, in quanto la loro esistenza garantiva l'ordine dell'universo, al quale anche gli dei erano soggetti.
(dal web)


Creato da Turbo Lister
Sono vietate riproduzioni non autorizzate.