Portogallo, Caterina Dathayde, Padula, Rarita Napoletana

Valore stimato —209.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

MACEDO PAPANCA

(CONTE DI MONSARAZ)

 

CATERINA D'ATHAYDE

 

 

Napoli, Pierro, 1902

Cm. 20, pp.48, bross. edit.(difetti)

 

Interessante antica e rara edizione napoletana, curata da Antonio Padula, gentiluomo della Corte di S.M. fedelissima, autore della traduzione dal portoghese,

opera dedicata alla Regina Madre di Portogallo MARIA PIA DI SAVOIA, della quale è anche un ritratto in una tavola f.t.; altra tavola f.t. raffigura l'autore, definito il Musset portoghese.

 

Impossibile dare una sintesi della trattazione dell'opera, nei cui vari Canti si cita l'ambientazione al Venerdì Santo, presso il Calvario, con il Cristo dormiente in attesa di essere trasfigurato da Dio....e poi è citato il Palazzo della Ribeira e il colloquio tra il Poeta  Camoens e Caterina; ...e poi damaschi di Lucca, vasi di Cina, piatti del Giappone....padri Gesuiti...e infine "sicuro di fare cosa gradita ai Camonisti" è pubblicata una versione inedita del sonetto dell'esimio poeta Filippo Della Posta Covelli, Barone di Molise.

 

DI INTERESSE CULTURALE, LETTERARIO E BIBLIOGRAFICO

rarissima edizione originale, "edizione fuori commercio di 150 esemplari",

di cui attualmente nessun esemplare risulta presente nel sistema bibliotecario nazionale (pur essendoci altre traduzioni o opere del Padula);

inoltre, l'antico possessore ha cancellato il nome del Padula in calce al testo sul "Musset portoghese" annotando a mano altro nome "G. Gramegna".

 

UNA VERA CHICCA BIBLIOGRAFICA!!

 

 

Buona conservazione generale, segni e difetti d'uso e d'epoca, sparse fioriture, annotazioni in copertina con anche un vecchio bollino di antica catalogazione; legatura allentata, opera eventualmente degna di rilegatura.

 

Uploaded with ImageShack.us
Sono vietate riproduzioni non autorizzate.