Puglia, Bari, Molise, Riccia, Termoli, Napoli, Borboni, Nobilta, Fraggianni, Noya, Capoa

Valore stimato —349.3

Per informazioni su questo oggetto contattami.

GHERARDO DEGLI ANGIOLI

 

 

DELLE ORAZIONI VARIE

...

 

 

Napoli, Abbaziana, 1780

Cm.18, pp. 400, legatura antica in pergamena con titoli dorati al dorso (difetti).

 

Interessante edizione antica e d'epoca,

volume primo della raccolta degli scritti di Gherardo De Angelis, unico volume disponibile ma con trattazione a sè stante,

volume che contiene alcune delle numerose Orazioni composte dall'autore, e in particolari quelle funebri, in pratica volume con una serie di necrologi per la scomparsa di varie personalità;

edizione dedicata a stampa al giudice napoletano Niccola Vivenzio, già Grande Almirante del Regno (di Napoli), che cita anche la campagna capuana e nolana, l'Ordine dei Cavalieri Costantiniani, il dotto Felice Vivenzio, la città di Nola, Teresa di Mauro, Giovanni Vivenzio, Carolina Lavier, l'abate Piero Vivenzio, ...;

con anche presente una presentazione dell'autore in cui ringrazia l'abate Andrea Farina per aver curato questa edizione;

seguono le varie Orazioni:

DELLE LODI DI BENEDETTA CANDIDA NOYA (con riferimenti alla città di Lucera, a Saveria Quaranta, Bari, Mola, Bitetto, Francesco Noya, ...);

DELLE LODI DEL MARCHESE NICCOLO' FRAGGIANNI, patrizio di Barletta, di Lucera e di Bari...(con riferimenti a Carlo Borbone, la città di Barletta in Puglia e il suo Colosso, a Napoli, Lucera, ...);

DELLE LODI DI FRANCESCO D'EBOLI, Duca di Castropignano,...(con riferimenti a Orano, Duca di Popoli, Cantelmo Raistano, Sicilia, Marchese di Lede, battaglia di Francavilla, battaglia di Ceuta in Africa, Massa e Carrara, Zenobia Revertere dei Duchi della Salandra, Luisa Gargano dei Marchesi di Frignano Maggiore, Giovanna principessa di Ardore,...;

DELLE LODI DI FERDINANDO IV, Re delle Spagne;

DELLE LODI DI GIULIA DI CAPOA, dei Gran Conti di Altavilla, Principessa di Sannicandro (con riferimenti a Vincenzo di Capoa, Principi di Riccia, Ippolita Pignatelli dei Principi di Marsiconuovo, Reina Costanza di Chiaromonte,  Domenico Cattaneo principe di Sannicandro, Gaetano dei Principi di Caserta, Francesco duca di Termoli,  ...);

DELLE LODI DI CATERINA ACQUAVIVA ARAGONA, dei Conti di Conversano, duchessa di Termoli (con riferimenti a Giulio Antonio conte di Conversano, a Francesco Cattaneo dei Principi di Sannicandro e duca di Termoli, ai Duchi di Atri, famiglia Della Volta, ...);

DELLE LODI DI AGOSTINO SALUZZO, patrizio genovese e Principe di San Mauro, Duca di Corigliano e Cavaliere della Chiave d'Oro (con riferimenti ai Saluzzi di Clavesana, i Principi di Lequile e di Cigliano,...);

DELLE LODI DI FILIPPO V, Re delle Spagne (orazione dettata nella Chiesa dell'Annunziata in Aversa);

DELLE LODI DEL CONTE MATTEO EGIZIO, giureconsulto, già Ministro e Bibliotecario;

DELLE LODI DELL'ORATORE F. BERNARDO MARIA GIACCO, cappuccino;

DELLE LODI DI GIOVANNI BARBA, vescovo di Bitonto (orazione recitata nel Duomo di Bitonto);

DELLE LODI DI LORENZO BRUNASSO, Duca di San Filippo, Marchese di Martano e Calimera (con riferimenti a Marianna Orenghi Massa Casanatte dei Conti di Pegna e dei Baroni del Vaglio, Solimena, ...);

DELLE LODI DI FERDINANDO VINCENZO SPINELLI, Principe di Tarsia;

DELLE LODI DI LORENZO PINELLI, già Correttore Generale Apostolico dell'Ordine dei Minimi;

DELLE LODI DI FABRIZIO DI CAPOA, dei Gran Conti di Altavilla, Principi della Riccia, Arcivescovo di Salerno;

edizione impreziosita da un grazioso frontespizio impresso in nero e rosso e con piccoli fregi xilografici a mò di cornice.

 

DI INTERESSE STORICO-LOCALE, ARALDICO, COLLEZIONISTICO, BIBLIOGRAFICO

rara edizione, attualmente di questa rara edizione solo pochissimi esemplari noti (sette) nel sistema bibliotecario nazionale italiano. 

Modesta conservazione generale, segni e difetti d'uso e d'epoca,  diffuse vistose fioriture e gore e macchie e sgualciture e strappetti e annotazioni e difetti vari marginali o così come visibili nelle immagini allegate; strappetti marginali con qualche modesta mancanza, complessivamente difetti che non incidono sulla lettura del testo, difetti spesso presenti in buona parte delle coeve antiche edizioni napoletane per la qualità della carta utilizzata per la stampa; unico primo volume (su quattro) ma con trattazione a sè stante; legatura un pò allentata, comunque volume in legatura d'epoca in piena pergamena, con gli usuali comuni difetti d'epoca o d'uso, presente al dorso il titolo impresso a caratteri dorati; volume eventualmente meritevole di piccoli restauri, complessivamente opera ben leggibile nonostante  i suoi circa  230 anni di vita!

(le immagini allegate raffigurano alcuni particolari dell'intero volume, eventuali ulteriori informazioni a richiesta)

Sono vietate riproduzioni non autorizzate.