Storia, Militaria, Guerra Mondiale, Russia, Lager, Prigionieri, Germania, Gherardini

Valore stimato —104.25

Per informazioni su questo oggetto contattami.

GABRIELE GHERARDINI

 

 

 

LA VITA SI FERMA

 

PRIGIONIERI ITALIANI NEI “LAGER” RUSSI

 

 

 

Milano, Baldini & Castoldi, 1948.

 

Cm.21,5; pp.347;  bross.edit. con sovraccopertina ill.(difetti)

 

 

L’apocalittica lotta sui gelidi deserti del DON, la tragica ritirata dell’ARMIR, il martirio allucinante dei campi di concentramento, sono narrati - in un palpitante documentario - da uno dei reduci da quei “lager” in cui fu straziata, assottigliandosi ogni giorno di più, per lunghi mesi, un’armata di ombre;

 

questo libro è una rievocazione drammatica di una inumana odissea, cronistoria che documenta, con efficacia coloristica, l’eroismo e l’inganno, la disperazione e la speranza, l’inconfessabile ed il sublime, alza in parte il velario sulla sorte di quei nostri fratelli che vivevano in quegli anni al di là della “cortina di ferro”; è un libro in cui la sensibilità dello scrittore e l’interesse della materia travolgono in angosciosa vertigine l’ansia del lettore;

 

 

numerosi i luoghi e gli eventi di cui si parla, e nell’impossibilità di ricordarli tutti citiamo almeno: MILLEROVO, TAPPA, ROSSOSCH, LOTSCINA, TOPILO, VORONEZ, ANNOWKA, POPOWKA, PODGORNOJE, GERMANIA.

 

 

DI INTERESSE SPECIALISTICO, STORICO, MILITARE, BIBLIOGRAFICO

 

Buona conservazione generale, segni e difetti d'uso e d'epoca, sparse fioriture e difetti vari marginali, difetti alle copertine.

Sono vietate riproduzioni non autorizzate.